Tabularia – Collana di scienze storico-documentarie

La collana Tabularia nasce con lo scopo di favorire e contribuire alla valorizzazione delle scienze storico-documentarie, categoria di studio che comprende quelle discipline scientifiche e autonome, ciascuna dotata di statuto e metodologia propri, volte al recupero, alla critica, all’esegesi e alla conseguente classificazione e interpretazione delle fonti storiche di qualsiasi epoca e natura esse siano. L’iniziativa editoriale vuole focalizzare l’attenzione della comunità accademica sia sulla categoria delle scienze storico-documentarie in sé quale insieme di materie optimo iure tradizionalmente associate all’ambito della ricerca storica, sia sulle singole discipline componenti la classe di studio, già note con la superata denominazione di ‘scienze ausiliarie della storia’.

Araldica, archivistica, bibliografia e biblioteconomia, cronologia, genealogia, diplomatica, paleografia, numismatica e sfragistica, solo per citare le scienze più anticamente riunite nella categoria, sono contemporaneamente sussidi sempre indispensabili nel lavoro dello storico e discipline assolutamente indipendenti che meritano una più attenta considerazione nel panorama degli studi: proprio per riportare in primo piano la ricerca intorno a tali fondamentali materie, le Edizioni La Villa propongono uno strumento sulla strada per giungere a un sempre più profondo consolidamento, a una maggiore valorizzazione e a una migliore diffusione delle scienze storico-documentarie.

La collana è diretta da Lorenzo Benedetti e Tommaso Maria Rossi e si avvale, a garanzia della qualità scientifica, di un Comitato scientifico-editoriale internazionale e interdisciplinare composto da Marco Buonocore (Pontificia Accademia Romana di Archeologia – Biblioteca Apostolica Vaticana), Maria Luisa Ceccarelli Lemut (Università di Pisa), Luis Manuel Cuña Ramos (Pontificia Università Urbaniana), Federico Gallo (Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Milano), Christian Lackner (Universität Wien), Rosa Necchi (Università degli Studi di Parma), Lucia Travaini (Università degli Studi di Milano).

Tabularia si presenta come un unicum nel panorama attuale degli studi e come una sede aperta a contributi di studiosi che vertano sui temi in oggetto: tutte le proposte di pubblicazioni (principalmente monografiche, in lingua italiana, inglese, francese, tedesca o spagnola) redatte secondo le Norme per gli Autori e recepite dalla Direzione (direzione.tabularia@gmail.com) saranno sottoposte primariamente a una valutazione del Comitato scientifico-editoriale e, successivamente, a una double blind peer review.

Condividi