SOPHIA 2018, LA FILOSOFIA E LA CULTURA FANNO IL PIENO A PIETRASANTA

La terza edizione del festival ideato dall’associazione Rossocarminio e realizzato in collaborazione con l’Accademia “Maria Luisa di Borbone” ha creato uno spazio-tempo per il libero pensiero regalando al pubblico giunto da tutta Italia otto incontri ricchi di contenuti e stimoli.

Un momento dell’inaugurazione di Sophia 2018, affidata al filosofo Giacomo Marramao

La filosofia e la cultura registrano il tutto esaurito. Sono state 2.400 le presenze di pubblico registrate il 17 e 18 novembre per la terza edizione di Sophia – la Filosofia in festa, il festival diretto da Alessandro Montefameglio e organizzato dall’associazione culturale Rossocarminio presieduta da Franca Polizzano. Un successo raggiunto grazie alla presenza di relatori di prestigio quali Erri De Luca, Fabrizio DesideriAlessandro FoAlfonso IaconoAlberto JoriGiacomo Marramao, Massimo Mori e Matteo Saudino. Otto grandi protagonisti della filosofia e della cultura che con otto, intensi incontri dedicati al tema della coscienza hanno saputo stimolare, affascinare ed emozionare per due giorni il pubblico riunitosi al Teatro Comunale di Pietrasanta. La manifestazione, presentata dalla giornalista Eva Nuti, è stata aperta nella giornata di venerdì dal saluto del Sindaco della “Piccola Atene” Alberto Stefano Giovannetti, dall’ Assessore ai Beni, Attività Culturali e al Turismo Sen. Massimo Mallegni e dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesca Bresciani, che hanno invitato il pubblico a vivere la città di Pietrasanta come una vera e propria casa del libero pensiero.

Il direttore di Sophia, Alessandro Montefameglio

Il festival è entrato nel vivo della sua terza edizione grazie al direttore Alessandro Montefameglio, che con un suggestivo intervento ha introdotto il pubblico al tema della coscienza. È stata poi la volta dell’incontro inaugurale, affidato al professor Giacomo Marramao, che ha affascinato la platea di Sophia con le più recenti considerazioni sull’esistenza umana e il futuro dell’uomo in un mondo saturato dalla tecnologia. Al professor Alberto Jori, con il secondo intervento, il compito di proporre uno sguardo sulla filosofia antica attraverso il pensiero immortale e sempre attuale di Aristotele. La coscienza e l’estetica si sono incontrate grazie alla lezione del professor Fabrizio Desideri, che ha accompagnato il pubblico nel mondo del bello e dell’arte. La giornata si è conclusa con un intenso intervento del professor Alessandro Fo, che ha incantato il pubblico in un viaggio tra autori antichi e moderni e con la lettura di alcuni, emozionati versi.
La seconda giornata del festival è stata inaugurata dal professor Alfonso Iacono, che ha ipnotizzato il pubblico stimolandolo sui concetti di coscienza, illusione e inganno. È stata poi la volta del professor Matteo Saudino con un incontro dedicato al bicentenario della nascita di Karl Marx in cui si è ripercorsa la vita del filosofo tedesco scoprendone anche il lato più umano e passionale. Gli incontri pomeridiani sono stati aperti dal professor Massimo Mori, che ha accompagnato il pubblico tra i filosofi moderni e la loro concezione della coscienza.
Il festival si è concluso con un intenso incontro con Erri De Luca, che si è raccontato al pubblico di Sophia come uomo e scrittore, proponendo emozionanti spunti per la riflessione sula condizione umana, sul ruolo della reciprocità nella società di ieri e di oggi e recitando alcuni versi che hanno sedotto la platea.

Soddisfazione per il direttore del festival Alessandro Montefameglio, già al lavoro per l’edizione 2019, la quarta:

L’edizione 2018 di Sophia ha superato ogni nostra aspettativa. Il calore, l’interesse e la gioia del pubblico, mai folto come quest’anno, sono stati a dir poco emozionanti. Il modo migliore per ringraziarlo è rimetterci a lavoro perché il prossimo appuntamento sia ancora più ricco. Sophia è una realtà che crescerà sempre di più e che offrirà sempre più spunti e contenuti.

Entusiasta anche la presidente dell’associazione organizzatrice Rossocarminio, Franca Polizzano:

Il festival ha confermato la sua vocazione nazionale. Pubblico di tutte le età ci ha raggiunto da tutta Italia, dal Piemonte fino alla Sicilia, e noi abbiamo avuto il piacere di offrirgli un’edizione ricca, intensa, piena di atmosfera, aperta a tutti e completamente gratuita. Un’occasione per conoscersi, confrontarsi e arricchirsi. La cultura è anche questo.

Il presidente ha poi proseguito in merito ai progetti futuri di Rossocarminio.

Alla chiusura di Sophia 2017 avevamo annunciato che, parallelamente al festival, eravamo al lavoro su un altro progetto importante, che oggi è pronto. Nei prossimi mesi, infatti, presenteremo la nostra prima produzione televisiva con il nuovo documentario di Massimiliano Montefameglio dal titolo l’Eroe silenzioso, che racconta le gesta di un gruppo di uomini che alla fine della seconda guerra mondiale ha salvato alcuni prigionieri dai nazisti. Sarà un vero viaggio nel tempo, una storia di vero coraggio. Si tratta di una produzione realizzata assieme alla Regione Toscana nell’ambito dei progetti per il Giorno della Memoria e contiene un meraviglioso messaggio per le nuove generazioni. E poi, naturalmente, ci sarà l’appuntamento con Sophia 2019.

A conclusione di Sophia 2018 l’associazione Rossocarminio desidera rivolgere un ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa edizione: al Sindaco Alberto Stefano Giovannetti e al Comune di Pietrasanta, che ha sostenuto e patrocinato l’evento, all’Assessore ai Beni, Attività Culturali e al Turismo, Sen. Massimo Mallegni, all’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesca Bresciani, al Responsabile degli Istituti Culturali, dott. Sergio Tedeschi, all’Ufficio Stampa del Comune di Pietrasanta, ad Andrea Berti, ad Alessia Lupoli e alla Regione Toscana, anch’essa presente con il proprio patrocinio.

Il pubblico di Sophia 2018

Ultimo ma non ultimo, l’associazione Rossocarminio vuole rivolgere un sentito ringraziamento ai partner di SophiaBcm Illuminazione – Benedetti LightingBvlg Banca Versilia Lunigiana e GarfagnanaCsi Viareggio – Centro Studi Interdisciplinare ViareggioEuropean Language Institute ViareggioIacopini Centro Patenti ViareggioInfallLions Club – Pietrasanta e Versilia StoricaMcdonald’s – Viareggio Drive – Lido Di Camaiore DriveNina La Libreria – Pietrasanta e Obi Pisa. Ognuno di questi brand ha compiuto una scelta importante muovendo un passo oltre la promozione delle proprie attività e decidendo di regalare al pubblico un evento culturale di prestigio che possa arricchire tutti.
L’appuntamento è per il 2019 con la quarta edizione di Sophia – la Filosofia in festa.

Franca Polizzano (a destra), presidente dell’associazione culturale Rossocarminio, dà appuntamento al pubblico all’edizione 2019 di Sophia.

FLUSSO INTERCULTURALE E FILOSOFIA, A VIAREGGIO LA PRESENTAZIONE DEL SAGGIO DI RICCARDO RONI

Il flusso interculturale. Pragmatismo etico e peso della storia nella filosofia emergente. È questo il titolo del saggio di Riccardo Roni che sarà presentato alle 15,30 di sabato 3 novembre  presso la sala di rappresentanza del Comune di Viareggio. L’evento, rivolto a ogni pubblico, vedrà la partecipazione del filosofo Giuliano Campioni e dal decano  dell’Accademia Mons. Giovanni Scarabelli.

 

SOPHIA 2018, TUTTI I PROTAGONISTI E IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL DELLA FILOSOFIA

Ufficializzati i nomi dei relatori e il programma della terza edizione della manifestazione realizzata dall’associazione Rossocarminio in collaborazione con l’Accademia “Maria Luisa di Borbone”.

Mons. Giovanni Scarbelli, decano dell’Accademia “Maria Luisa di Borbone” durante un saluto al pubblico del festival

Due giorni e otto incontri all’insegna della filosofia. Si preannuncia ricca di spunti e contenuti la terza edizione di Sophia – la Filsofia in festa, il festival di filosofia ideato dall’associazione Rossocarminio e, fin dal successo della sua prima edizione, realizzato in collaborazione con l’Accademia “Maria Luisa di Borbone”; un successo che conferma la sete culturale della società a ogni livello ed età e la responsabilità «ineludibile» di chi decide di offrire contenuti, come spiega il Decano dell’Accademia Mons. Giovanni Scarabelli:

Sophia rafforza la convinzione che c’è vera sete di cultura vera e che gli “operatori” del settore devono progettare in grande ed alla grande. Si tratta di una responsabilità ineludibile se non si vuole cadere in quel pressappochismo e in quella rutilante superficialità che caratterizza molte manifestazioni sedicenti culturali. 

Anche quest’anno il festival offrirà un programma ricco e variegato, che orbiterà attorno al tema della coscienza e di cui saranno protagonisti alcuni dei più importanti filosofi ed esponenti della cultura italiana: saranno a Sophia 2018 Giacomo MarramaoAlberto JoriFabrizio DesideriAlessandro FoAlfonso Iacono , Matteo SaudinoMassimo Mori e lo scrittore Erri De Luca. Il festival sarà aperto sabato 17 alle ore 10 dal professor Marramao, ospite della manifestazione per la terza volta, e sarà chiuso da Erri de Luca domenica 18 con un incontro che inizierà alle ore 16.

Alessandro Montefameglio, direttore di Sophia – la Filosofia in festa

Tanti, tantissimi gli spunti che arriveranno da un’edizione che affronterà il tema attraverso gli ambiti della filosofia antica, dell’estetica, della filosofia teoretica e di quella politica, della letteratura, della spiritualità e della teologia. Il festival, inoltre, in occasione del bicentenario della nascita di Karl Marx, riserverà un incontro della domenica mattina al filosofo tedesco. Anche quest’anno è atteso un folto pubblico di tutte le età, di studenti, amanti della cultura e curiosi che stanno riscoprendo nella filosofia uno strumento utile e concreto, e che celebreranno in due giorni di festa una materia capace di essere assolutamente avvincente. Al riguardo, il direttore del festival Alessandro Montefameglio ha dichiarato:

Oggi è ancora importantissimo scommettere sulla fi­losofi­a. Sopratutto perché viviamo in un Paese con una tradizione filosofica e culturale assolutamente invidiabile e sarebbe infausto perderla. E­ poi perché la fi­losofi­a è una delle poche discipline se non l’unica in grado   di aprire la mente e far comprendere la realtà in cui viviamo.

Sophia – la Filosofia in festa si svolgerà sabato 17 e domenica 18 novembre 2018 presso il Teatro Comunale di Pietrasanta. L’ingresso è completamente gratuito per tutti. L’evento è sostenuto dal patrocinio della Regione Toscana e dal patrocinio del Comune di Pietrasanta. Tutti i dettagli e il programma completo sul sito www.festivalsophia.it

VENERDÌ LETTERARI, L’ESTATE PIENA DI CULTURA DI VILLA BORBONE

Nove appuntamenti. Nove incontri completamente dedicati alla letteratura con i quali, anche per l’estate 2018, il salotto all’aperto di Villa Borbone ospita un calendario ricco di eventi culturali. Un percorso che comincia il 6 luglio e termina il 14 settembre e che proporrà, ogni venerdì alle 17,30, un incontro dedicato ad autori e talenti da scoprire o rileggere, che proporranno storie e storia come patrimonio e ricchezza comune. Una nuova occasione per avvicinarsi alla produzione letteraria legata al territorio versiliese e non solo.
Ma non basta: tutti gli appuntamenti, infatti, saranno preceduti alle ore 17,00 da una visita guidata della Villa, attraverso cui il pubblico potrà respirare le atmosfere della tenuta cara a Maria Luisa di Borbone. Un programma ricco di suggestioni e che accompagnerà il pubblico fino all’aperitivo, ospitato negli spazi de “la Limonaia”, a cui faranno da cornice il fascino serale della Villa e la rilassante quiete del parco.
I “Venerdì letterari” sono realizzati e promossi da Promo-Terr, Centro Studi Villa Borbone, Accademia “Maria Luisa di Borbone” e Nati per scrivere. Ad ogni incontro sarà presente Mons. Giovanni Scarabelli, decano dell’Accademia.

Clicca sul calendario per scoprire tutti gli appuntamenti dei “Venerdì letterari”

IL MARMO E VINCENZO

Si terrà venerdì 8 giugno la presentazione del nuovo volume di Bianca Maria Cecchini dal titolo Il marmo e Vincenzo, vita, morte e (anti)miracoli di Vincenzo Santini scultore.
L’appuntamento, a cui presenzierà l’autrice e che è promosso dall’Accademia “Maria Luisa di Borbone”, è previsto per le 17,30 presso la Sala del Caminetto del Palazzo Mediceo di Seravezza. Interverranno Andrea Tenerini e Tommaso Maria Rossi.

SOPHIA 2018, TORNA IL FESTIVAL DI FILOSOFIA

Mons. Giovanni Scarbelli, decano dell’Accademia, durante un intervento nella prima edizione di Sophia.

Anche nel 2018 torna Sophia – la Filosofia in festa, la manifestazione che celebra e festeggia il pensiero filosofico e che vede continuare la fruttuosa collaborazione tra l’Accademia “Maria Luisa di Borbone” e l’associazione culturale Rossocarminio, grazie alla quale nel 2016 vide la luce la prima edizione del festival, tenuto a battesimo proprio nei prestigiosi spazi di Villa Borbone a Viareggio.
Il terzo appuntamento della manifestazione diretta da Alessandro Montefameglio è fissato per sabato 17 e domenica 18 novembre 2018 presso il Teatro Comunale di Pietrasanta. Protagonista di questa nuova edizione sarà il tema della coscienza. Anche quest’anno l’evento gode del patrocinio della Regione Toscana e del patrocinio del Comune di Pietrasanta.

La prima edizione di Sophia, tenutasi nel 2016 presso il centro congressi di Villa Borbone a Viareggio. Grazie agli spazi della prestigiosa e storica struttura, il primo appuntamento con il festival di filosofia ha visto la presenza di più di 500 persone.

Come il decano dell’Accademia “Maria Luisa di Borbone” Mons. Giovanni Scarabelli ha ricordato nel suo intervento la filosofia fonte di acqua viva, Sophia «(…) rafforza la convinzione che c’è vera sete di cultura vera e che gli “operatori” del settore devono progettare in grande ed alla grande. Si tratta di una responsabilità ineludibile se non si vuole cadere in quel pressappochismo e in quella rutilante superficialità che caratterizza molte manifestazioni sedicenti culturali. Ricordo una espressione del ’68 parigino: “la cultura è come la marmellata, meno ce n’è più la si distende fino a renderla insignificante”. Il “tutto è cultura” rischia di diventare “niente è cultura”. (…) Sophia – la Filosofia in festa, senza presunzioni ma in una sincera ricerca di offrire il meglio, rifiuta d’essere oggi un velino evanescente di “marmellata” per non tradire la fame e la sete inesausta di chi cerca sorgenti d’acqua viva a fronte delle proposte di “cisterne secche e screpolate” offerte dall’industria pseudo culturale della società».
Il presidente dell’associazione Rossocarminio Franca Polizzano ha aggiunto: Sophia è nato nel 2016 proprio grazie alla collaborazione tra Rossocarminio e l’Accademia “Maria Luisa di Borbone”. Villa Borbone conferì alla prima edizione del festival un’atmosfera indimenticabile: l’armonia tra la sua storia e i contenuti culturali di Sophia fu unica. Quello tra le due associazioni è certamente un rapporto altamente proficuo e di reciprocità, cresciuto nel comune intento di favorire e diffondere il dialogo culturale.
Polizzano ha poi continuato: Anche quest’anno stiamo allestendo un evento di grande qualità e dagli alti contenuti. Il successo delle edizioni precedenti, che hanno visto la partecipazione di alcuni tra i più importanti filosofi italiani e la presenza di pubblico di ogni tipo e di tutte le età, è stato la conferma che la Cultura è viva e vivifica, e che il suo ruolo nelle nostre vite quotidiane è fondamentale. Imprescindibile.

Il tema della coscienza sarà protagonista di Sophia 2018.


Il direttore del festival Alessandro Montefameglio ha sottolineato:
Siamo al lavoro per offrire al pubblico un’edizione davvero speciale. Per noi lo è ogni appuntamento con Sophia, ma giunti al terzo anno ci siamo accorti che la manifestazione è significativamente cresciuta oltre i progetti e le aspettative. Questo è avvenuto fondamentalmente grazie alla presenza di relatori di prestigio che oggi guardano al festival come a una manifestazione con una propria identità e, seppur giovane, con una propria storia; e, naturalmente, è avvenuto grazie al pubblico, che ci segue in maniera costante e appassionata. E questo perché la Filosofia, oltre che essere una delle discipline più affascinanti e longeve, continua a essere più che mai appassionante e attuale.
Anche quest’anno l’intento di Sophia sarà di creare uno spazio-tempo in cui la filosofia sia protagonista e possa divenire un bene comune e accessibile a tutti. Una risorsa più che mai attuale  per migliorare le proprie capacità e potenzialità, utile nel lavoro e nella vita quotidiana. Una visione culturale in cui l’Accademia “Maria Luisa di Borbone” crede fermamente e che sostiene concretamente anche con la sua collaborazione con il festival, mettendo a disposizione del pubblico preziosi strumenti di conoscenza e sapere.

L’ANNALE 2017 DELL’ACCADEMIA “MARIA LUISA DI BORBONE”

È stato pubblicato e presentato in occasione del VI Colloquio “Tommaso Fanfani” a Villa Argentina l’Annale dell’Accademia “Maria Luisa di Borbone”. Trattasi di un volume di ben 142 pagine di grande formato nel quale, oltre ai documenti delle attività svolte nello scorso anno, vengono riportati i corposi atti di ben due convegni. I primi sono relativi al grande incontro internazionale tenutosi a Camaiore sul tema “Da Camaiore a Vienna: Zita di Borbone, l’ultima imperatrice”.
I secondi riportano gli interventi relativi al tema “Tommaso Fanfani e Viareggio. Vita e storia”, tutti di grande interesse per la conoscenza dello sviluppo della nostra città. Ricche le cronache degli eventi principali e la documentazione fotografica. In sostanza: un apporto molto interessante e arricchente la conoscenza della configurazione di Viareggio.

VILLA BORBONE, UNA SORPRESA A VIAREGGIO

Realizzato da Bruno Pezzini con la consulenza storica di Mons. Giovanni Scarabelli, Decano dell’Accademia “Maria Luisa di Borbone”, il video compie un suggestivo viaggio attraverso la storia e i protagonisti di uno dei luoghi storici e culturali più importanti della Versilia.